Vagabondo 708 – anno 1926

Vagabondo 708 – anno 1926

Produttore: Wanderer-Werke AG, Schonau vicino a Chemnitz, Germania
Dopo la prima guerra mondiale, c'erano due modelli nel programma di base dell'etichetta Wanderer: motocicletta con un motore monocilindrico "2.5 PS”, con spostamento 327 cm3 e potenza 4,4 kW (6 KM) e un modello con un bicilindrico "4.5 PS”, quale capacità 616 cm3 stava raggiungendo la potenza 8,8 kW (12 KM). Entrambi i veicoli avevano un cambio a tre velocità, frizione unidirezionale, trazione posteriore a catena (in alcune versioni più deboli con cintura), Freni (mani e piedi) agente su una ruota posteriore non sospesa e su un telaio in tubolare d'acciaio.

W 1925 Nell'anno, Wanderer ha prodotto un motore monocilindrico con quattro valvole nella testata (Fasatura valvole in testa OHV). Concetto di menzogne ​​del motore, con spostamento 148 cm3 non era una novità: assomigliava alla soluzione utilizzata nelle motociclette Moto Guzzi italiane. Un anno dopo, basato su un motore a quattro valvole, fu prodotta una versione bicilindrica con cilindrata atipica – 708 cm3. Il diametro del cilindro di questo propulsore era 70 mm e la corsa del pistone 92 mm. I pistoni erano in leghe leggere. Albero a gomiti (realizzato in acciaio al cromo-nichel) è stato montato su cuscinetti a rulli cilindrici. La trasmissione dal motore alla frizione è stata trasmessa per mezzo di una trasmissione ad ingranaggi. L'intera unità di azionamento (costituendo un'unità con un cambio a tre velocità) era fissato in un robusto doppio telaio tubolare. Caratteristica’ c'era un tubo di scappamento a coste, simili a questi, che sono stati utilizzati nei motori JAP, montato su motociclette inglesi Brough Superior. La sospensione anteriore presentava una forcella trapezoidale con due molle elicoidali centrali e ammortizzatori a leva. La ruota posteriore non era molleggiata. Installazione elettrica, dotato di un moderno segnale acustico elettrico, era di Bosch. La moto ha sviluppato velocità fino a 120 km / h.

L'ultima costruzione dell'azienda è stata un veicolo progettato da Alex von Novikoff. Questa motocicletta ha un motore monocilindrico (di una capacità 498 cm3) azionava la ruota posteriore per mezzo di un albero con giunti. Il telaio era costituito da elementi stampati in lamiera. Il veicolo è entrato in produzione nel 1928 anni ma, purtroppo, nonostante il design moderno e l'aspetto razziale, non aveva la stessa accurata lavorazione dei modelli precedenti. Numero crescente di reclami, causato da crepe sulle forcelle anteriori e graffi sui cuscinetti, minato il buon nome dell'azienda, sinora conosciuta per l'affidabilità dei suoi prodotti. Dopo aver rivenduto questo modello alla fabbrica di Praga Zbrojovka Ing. J. Janećek, nessun veicolo interessante è stato costruito in questa fabbrica.